Trashed: la pericolosa confusione tra "rifiuti" e “immondizia"

Trashed: la pericolosa confusione tra “rifiuti” e “immondizia”
2 settembre 2014 Arcangelo Saracino

[vc_column_text pb_margin_bottom=”no” pb_border_bottom=”no” width=”1/1″ el_position=”first last”]

Presentiamo l’editoriale a firma di Paola Ficco pubblicato sul numero di Agosto-Settembre 2014 della Rivista Rifiuti

rivista-dei-rifiutiTrashed è il titolo del bel film documentario del 2012 con il quale l’attore Jeremy Irons illustra i problemi derivanti dallo smaltimento dei rifiuti nella società consumista, senza dimenticare i rischi per la catena alimentare. 97 minuti di proiezione per un viaggio attraverso le forme di inquinamento dei cinque continenti che costituiscono questo mondo ormai devastato e rovinato. Perché “trashed” significa, appunto, questo. Trashed è anche un incitamento al cambiamento e forse potrebbe indurre ulteriori riflessioni sul fatto che i rifiuti sono solo risorse messe in un posto sbagliato.

Invece, incuranti di questo, le politiche economiche e ambientali hanno spezzato il ciclo chiuso delle risorse cercando di far sparire i prodotti e con loro i materiali. Ma questo non è possibile. Lo spiegò Eraclito, con il suo “panta rei”: in questo perenne scorrere di tutte le cose, il filosofo del divenire trovò la relazione scientifica posta poi da Lavoisier a base del primo principio della termodinamica dove “nulla si crea, nulla si distrugge ma tutto si trasforma”. Dove il principio archetipo del fuoco-energia, mutabile e mai fermo, genera i contrari ma allo stesso tempo li armonizza in un tutto nuovo.

[button colour=”accent” type=”squarearrow” size=”medium” link=”http://reteambiente.it/news/20799/trashed-il-film-che-ammonisce-sulla-pericolosa-co/” target=”_blank”]Leggi tutto l’articolo[/button]

[/vc_column_text]

0 Commenti

Lascia una risposta